Ufficio stampa - Comunicazione - Music consultant & PR

Kety Fusco: da oggi il nuovo singolo “Medusah”

Medusah è un viaggio sonoro che parte a Ovest e termina a Est. Inizia gentilmente e si conclude in maniera tesa e potente. Ti toglie il respiro e alla fine ti ritrovi come se avessi volato sopra un paese orientale durante una notte ventosa“. 

Disponibile su tutte le piattaforme digitali dal 1 febbraio 2019, Medusah è il nuovo travolgente inedito dell’arpista Kety Fusco, ad anticipare l’EP The Shy Dancer annunciato per inizio maggio su etichetta United Soloists.

La giovane musicista italo-svizzera ha iniziato a suonare l’arpa da bambina. Diplomatasi al Conservatorio,  ha suonato come prima arpa con diverse orchestre e come solista esibendosi nelle Danze Sacre e Profane di Debussy. Il passaggio dall’ambito accademico alla sperimentazione è avvenuto con la scelta di suonare l’arpa elettrica. Nel 2016 Fusco ha poi avviato una collaborazione con la band alt-rock ticinese Peter Kernel, che l’ha coinvolta – assieme alla Wicked Orchestra – nell’arrangiamento delle sue canzoni per un 12” e vari live set.

Nel corso dei suoi concerti in giro per l’Europa, passando per locali storici e festival importanti (per esempio, i francesi Les Rockomotives di Vendôme e Hop Pop Hop Festival di Orleans), Fusco ha avvertito la necessità di scrivere dei brani. I “suoi” brani, orientati alla modern classical music. Nel gennaio 2017 è così uscito l’incantevole primo singolo Floating Fragments, creato con arpa elettrica, loop machine, sintetizzatori e subwoofer. A ruota, hanno fatto seguito il più ritmato Tears & Drops e Moving In The Dark, inciso dal vivo.

Nelle composizioni strumentali di Fusco si avverte l’influenza di maestri del minimalismo come Terry Riley, Alva Noto, Yann Tiersen e Jon Hopkins, in equilibrio fra leggiadria avant e tensione elettronica. Dopo il primo tour italiano tenutosi a gennaio, l’avventura di Fusco riparte appunto adesso dall’inedito Medusah, un brano che via via avviluppa l’ascoltatore nel suo gorgo di nuance esotiche, ritmi incalzanti e corde pizzicate con sempre maggior intensità.

ALTRE NEWS

“Wait And See” è il nuovo singolo della superband formata da Kick, Tin Woodman e Vanarin, fuori oggi 27 marzo 2020 per Brexhip LTD: un inno di rivolta e speranza

Una canzone di resistenza, e al tempo stesso di rivolta. Wait And See invita a pensare al futuro, oltre che al presente. Al “noi” anziché… Leggi Tutto

“Four” dei Sunday Morning è il disco alternative italiano del mese su Buscadero di settembre

Nel nuovo numero di settembre del Buscadero, in edicola, Lino Brunetti parla di Four dei Sounday Morning, scegliendolo come disco del mese della scena alternative… Leggi Tutto

Adriano Zanni: il 21 marzo 2019 release party di “Ricordo quasi tutto” al Bronson di Ravenna

Adriano Zanni, In passato attivo con il moniker Punck, è un artista sonoro e un apprezzato fotografo del territorio romagnolo. Ha collaborato con varie etichette… Leggi Tutto