Ufficio stampa - Comunicazione - Music consultant & PR

dellacasa maldive: il nuovo singolo “Pedalini”, da cantare e ballare da oggi, anticipa l’album “Sale Rosa” in uscita il 12 novembre per La Valigetta

Sale Rosa è il nuovo album psych-disco pop di dellacasa maldive, in uscita il 12 novembre 2021 per l’etichetta discografica indipendente La Valigetta, anticipato dai singoli DomaniVoglio Solo Stare Fuori All’Aria Aperta e dal nuovo Pedalini, disponibile in digitale da oggi 17 settembre.

dellacasa maldive, fresco vincitore del Premio Live del concorso Musica da Bere 2021, è il progetto di musica italiana di Riccardo Dellacasa, polistrumentista classe 1991 diviso tra Parigi, Venezia e Milano, dove ha scritto, arrangiato, suonato, prodotto e mixato l’album nel corso dell’inverno 2020/2021, successivamente masterizzato da Andrea De Bernardi (Eleven Studios). I trascorsi ultra-decennali sul palco, insieme a Wemen, Emmanuelle e Verano, hanno contribuito a un consapevole processo di ricerca stilistica che, applicandosi alla forma-canzone, guarda con decisione oltre i confini nazionali.

Il risultato è un incontro tra elettronica e psichedelia, stimolato da fonti di ispirazione come ESG, Funkadelic, Larry Gus, The Holydrug Couple e molti altri. Musica da cantare e ballare, mentre la voce zigzaga fra melodie a presa rapida e ricorrenti spoken word, trainata da ritmiche coinvolgenti e dal piglio funk-garage delle immancabili chitarre elettriche. Assecondando un approccio votato all’essenzialità e alla più totale libertà d’espressione, svincolato da ogni schema, Riccardo ha dunque proseguito il suo percorso con la messa a punto di Sale Rosa, contraddistinti da una maggior concretezza sia sonora sia testuale rispetto all’album d’esordio Amore Italiano, mixato da Marco Fasolo dei Jennifer Gentle e pubblicato sempre da La Valigetta nel 2019. “Sale Rosa è un disco in cui mi metto in gioco in prima persona, parlando di storie che ho vissuto, e che ho realizzato del tutto per conto mio“.

Il nuovo singolo Pedalini è un ironico eppure sincero inno alla musica in chiave autobiografica. Dopo una partenza affidata all’onirismo degli arpeggiatori, ci troviamo catapultati in una semplicità punk che arriva subito a destinazione. Il ritornello è una vera e propria dichiarazione di intenti: «Mi rimane il desiderio di farti ballare e cantare / E di provare e riprovare a farti sudare, a farti tornare / A casa pieno di adrenalina / Come si dice? / Stanco, ma felice». Riccardo racconta: “Pedalini è venuto fuori di getto, ‘buona la prima’ senza alcun editing, ed è stato l’ultimo brano che ho registrato prima di chiudere il disco. È arrivato, insomma, e non potevo fermarlo. Esprime l’essenza dell’esperienza dei concerti, da musicista e da spettatore, e deriva forse anche dal fatto che di recente non è stato possibile suonare. Mi sembrava giusto omaggiare quel tipo di magia. E poi ci sono i pedalini – che mi ricordano, anche se la chitarra è stata spesso ‘data per morta’, perché ho scelto le corde anziché  i giradischi. W i pedalini!“.

Il videoclip di Pedalini, presentato in anteprima su Rumore, è stato realizzato da Camilla Mazzocato. Grafiche e immaginario sono opera di Davide Bezier, bassista di dellacasa maldive che completa la propria line-up dal vivo con il metronomo Dario Canepa alla batteria ed Emanuele Morena a chitarra e tastiere.

Da Sale Rosa sono stati già estratti due ulteriori singoli. Domani racconta l’umana arte del procrastinare all’interno di un futuro incerto – dalle controversie climatiche alla pandemia e al precariato nel mondo del lavoro – e lo fa con sintetizzatore acid house, vocoder e riff fuzzy. Voglio Solo Stare Fuori All’Aria Aperta, lanciato in estate in versione radio edit, unisce invece il bisogno di stare in mezzo alla natura e in mezzo agli amici con un sound che equivale a una ventata di aria fresca, o per meglio dire a un ritorno alla vita tramite groove dall’imprinting anni ’70 e cosmic pop con giocoso omaggio al David Bowie di Fashion.

dellacasa maldive viaggia musicalmente tra New York, Manchester, Parigi, Abuja e Malé, tracciando una personale mappa di riferimenti e shakerando ogni abituale coordinata per un luogo della fantasia da visitare ascolto dopo ascolto. Sale Rosa, titolo tanto deciso nel gusto che richiama quanto evocativo nel colore percepibile alla vista, rimanda per l’appunto a qualcosa di estremamente familiare ma che arriva da molto lontano. Comunque sia, qualcosa che fa stare bene.

 

ALTRE NEWS

?Alos e Xabier Iriondo: “Gelosia” è il secondo singolo tratto da “Coscienza di sé”, con un EP di remix in anteprima su Rockerilla e nuove date dal vivo

Gelosia è il secondo estratto da Coscienza di sé, il disco realizzato da ?Alos e Xabier Iriondo, dedicato interamente alla femminista anrchica Emma Goldman: “Considerando i numerosi casi… Leggi Tutto

God Of The Basement: “Six Six Cigarettes”, in uscita oggi, è il primo singolo dal nuovo album “Bobby Is Dead” in arrivo il 25 giugno 2021

Bobby Is Dead è un viaggio, una strana sorta di odissea blasfema. Bobby Is Dead è il secondo album heavy pop della band fiorentina God Of The Basement, in uscita in… Leggi Tutto

I Be Forest annunciano il loro nuovo album, “Knocturne”, e il relativo tour!

Knocturne è un colpo notturno (“knock”, “nocturne”), è l’oscurità che bussa alla porta. Aprite quella porta e lasciate entrare i Be Forest, di ritorno l’8 febbraio 2019 con… Leggi Tutto